Cerca
Categorie
News

Consiglio Nazionale del Terzo Settore: sarà un vero partner nell’attuazione della riforma

Insediato il Consiglio Nazionale del Terzo Settore: sarà un vero partner nell’ attuazione della riforma

(Fonte: http://www.lavoro.gov.it)  

Si è insediato oggi, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sotto la Presidenza del Ministro Giuliano Poletti e alla presenza del Sottosegretario di Stato onorevole Luigi Bobba, il Consiglio Nazionale del Terzo Settore, organismo di consultazione a livello nazionale.

Il Consiglio Nazionale è stato istituito dal Codice del Terzo Settore, in attuazione della Riforma avviata dalla legge delega n. 106 del 2016, ed è composto da 33 membri effettivi e altrettanti supplenti, espressione delle associazioni e delle reti associative più rappresentative sul territorio nazionale, delle Regioni ed Enti locali, di altre Istituzioni pubbliche, nonché da esperti qualificati in materia.

Il Consiglio ha funzione prevalentemente consultiva ed esprime pareri sugli schemi degli atti normativi e sull’utilizzo delle risorse del Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel Terzo Settore; sulle linee guida in materia di bilancio sociale e di valutazione di impatto sociale dell’attività degli enti del Terzo Settore; sulle operazioni di trasformazione, fusione, scissione e cessione d’azienda effettuate dalle imprese sociali.

Inoltre, il Consiglio, è coinvolto anche nelle attività di vigilanza, monitoraggio e controllo nel Terzo Settore.

Nel corso della riunione:

  • la portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, Claudia Fiaschi, è stata nominata Vice Presidente del Consiglio Nazionale del Terzo settore;
  • è stata presentata la bozza delle Linee guida per la redazione del bilancio sociale degli enti del Terzo Settore, ai sensi dell’articolo 14, comma 1, del decreto legislativo 117/2017 e, con riferimento alle imprese sociali, dell’art. 9, comma 2 del decreto legislativo 112/2017, elaborata dal Tavolo tecnico, coordinato dal professor Stefano Zamagni; 
  • è stata proposta una bozza di Regolamento interno relativo al funzionamento del Consiglio Nazionale.

“Con l’avvio del Consiglio Nazionale – ha sottolineato il Ministro Poletti – facciamo un passo ulteriore nel percorso di attuazione della riforma del Terzo Settore, confermandone i principi ispiratori di coinvolgimento e di partecipazione attiva dei rappresentanti di una realtà indispensabile per il Paese. Il loro contributo è stato infatti molto importante per definire, attraverso un lavoro complesso ed approfondito, un quadro di interventi che hanno l’obiettivo di aiutare le realtà del Terzo Settore a sviluppare la propria azione nell’interesse di tutti i cittadini italiani e, in particolare, di quelli più deboli e bisognosi di sostegno”.

Il Sottosegretario Bobba, che ha seguito direttamente la Riforma del Terzo Settore, ha dichiarato: “Sono particolarmente soddisfatto della istituzione del Consiglio Nazionale, che si inserisce all’interno dell’opera più ampia di razionalizzazione e armonizzazione della materia e delle strutture”.

“Il Consiglio, infatti – ha aggiunto il Sottosegretario – sostituisce in un unico organismo l’Osservatorio per il Volontariato e quello dell’Associazionismo, previsti dalla precedente normativa, e partecipa in modo significativo ai processi decisionali e procedimentali delle Amministrazioni sulle principali tematiche connesse al Terzo Settore. Si tratta, quindi, di una vera partnership per una migliore e più efficace attuazione della riforma”.

“Nella sua composizione – ha precisato l’onorevole Bobba – il Consiglio garantisce la più ampia partecipazione dei soggetti rappresentativi sul territorio nazionale, favorendo così pieno e corretto equilibrio tra tutti gli interessi del settore”.

“Ringrazio tutti i componenti – ha concluso il Sottosegretario – per la disponibilità manifestata, ricordando che si tratta di attività svolta a titolo gratuito e che non comporta alcun onere a carico dello Stato”.

Categorie
Eventi

Trust In Life: progetto per il Durante e Dopo di Noi

Trust In Life: progetto per il Durante e Dopo di NoiSi terrà martedì 14 novembre dalle ore 15:00 alle 17:45 la presentazione locale del progetto “Trust In Life”. L’appuntamento è a Brescia presso la Sala Conferenze Corrado Faissola – UBI Banca, Piazza Monsignor Almici, 11.

“Trust in Life” è un progetto per il “Durante e Dopo di Noi” promosso da UBI Banca, con la sua divisione UBI Comunità dedicata al Terzo Settore e all’Economia Civile e con la sua trust company UBI Trustee, Anffas Onlus – Associazione Nazionale Famiglie Di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale – e Gruppo Cooperativo CGM.

L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare modelli di intervento rivolti alle persone con gravi disabilità e alle loro famiglie, nell’ambito della Legge 22 giugno 2016 n. 112 (disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare), che favoriscano la piena realizzazione di percorsi di vita autonomi e inclusivi, nel senso più ampio del termine.

Il progetto, di grande attualità e forte valenza sociale, prevede la messa a disposizione di competenze, strumenti, servizi e supporti finanziari a favore della società civile.

Scopri il programma della presentazione.

Categorie
Formazione

Ancora pochi giorni per iscriversi al Master in Europrogettazione per il Terzo Settore BEEurope

Ancora pochi giorni per iscriversi al Master in Europrogettazione per il Terzo Settore BEEuropeFondazione Triulza e Progetto Innovo presentano la prima edizione del “Master in Europrogettazione – BEEurope” rivolto alle organizzazioni del Terzo Settore e dell’economia civile.

Il master è una delle iniziative del progetto “BEEurope: Bet on European Energies” promosso da Fondazione Triulza e Fondazione Cariplo con l’obiettivo di mettere in condizioni le organizzazioni del terzo settore, anche quelle di piccole dimensioni, di sviluppare progetti innovativi da presentare ai bandi dell’UE e dei diversi enti filantropici internazionali. La presentazione di BEEurope è avvenuta nell’ambito di Human Factory Day, un appuntamento unico in Italia che promuove l’incontro tra operatori del sociale, dell’economia civile, ricercatori di tutte le discipline aperti al dialogo, alla contaminazione e alla co-progettazione di percorsi di innovazione sociale. Iniziativa ideata da Fondazione Triulza, di cui anche noi siamo soci, anche per rafforzare i legami e sperimentare modalità di lavoro condiviso tra i protagonisti del futuro Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione che nascerà nell’ex area Expo.

Percorso didattico con approccio fortemente operativo, il master, che si rivolge a giovani laureati e a tutti coloro che vogliano ridefinire la propria professionalità nella progettazione del Terzo Settore, si presenta concreto, laboratoriale ed esperienziale. Dopo una prima fase di formazione in aula partirà una seconda fase di scrittura di progetti veri con il supporto di tutor esperti.

Scopri di più sul Master, approfitta delle borse di studio e delle agevolazioni per partecipare. Hai tempo per iscriverti fino al 25 ottobre: http://www.fondazionetriulza.org/it/news/2017/07/11/aperte-le-iscrizioni-al-master-in-europrogettazione-per-il-terzo-setto/3706/

Categorie
News

Da oggi in edicola “Le Buone Notizie – L’impresa del bene”

Da oggi in edicola “Le Buone Notizie – L’impresa del bene”Esce oggi il primo numero di “Buone Notizie – L’impresa del bene”, il nuovo inserto (gratuito) dedicato al Terzo Settore in edicola ogni martedì con il Corriere della Sera.

Promuovere la conoscenza del ruolo che gioca il Terzo settore nella società italiana, il suo impatto sulla vita delle persone e della comunità, il suo patrimonio di esperienze e l’impegno che questo rappresenta per il Paese. Questo l’obiettivo del fresco inserto del Corriere della Sera dedicato proprio alle Buone Notizie.

“Il nostro mondo viene messo al centro di un’operazione culturale pensata per arrivare al pubblico più vasto.” Così Stefano Granata commenta il neo-nato inserto. “CGM ha deciso di sostenere questo progetto, entrando a far parte del Comitato scientifico e proponendosi come uno tra i principali stakeholder dell’iniziativa. In linea con la nostra strategia di comunicazione, infatti, pensiamo che oggi l’impresa sociale possa uscire dai confini del settore e debba avere la capacità di farsi conoscere da tutti, di trovare canali e linguaggi per dialogare con tutti.”

Buone Notizie è curato da Elisabetta Soglio, caporedattrice del Corriere della Sera.

www.corriere.it/buone-notizie/