Corso executive in Community Management MERIDIA

Sono aperte le iscrizioni al Corso executive in Community Management “Nuove prospettive del management cooperativo” promosso dal Consorzio Meridia in collaborazione con AICCON Alta FormazioneCGM Gruppo Cooperativo e l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

In un’era in cui la condivisione sta ridefinendo il concetto di economia, welfare e sociale, diventa urgente attivare e rigenerare nuove generazioni d’imprese, luoghi ed economie che necessitano di nuovi facilitatori, ossia di nuove figure organizzative e professionali che contribuiscono a ridefinire i diversi approcci allo “sviluppo di comunità e del territorio”.

Questo è il motivo per cui oggi le imprese sociali, ma anche le amministrazioni pubbliche, si pongono il problema di definire il ruolo dei community manager, figure in grado di agire fra il dentro e il fuori dell’organizzazione per promuovere forme collaborative di innovazione e di ingaggio con le comunità (al plurale) e che hanno a che fare con il complesso tema della leadership nelle imprese sociali, da cui provengono, e nei territori, in cui operano interagendo con altri leader locali, e nei processi di open innovation, che richiedono di ripensare i modelli organizzativi.

Clicca qui per maggiori informazioni

Obiettivo

Il corso consente di conseguire una preparazione in grado di formare una figura strategica in grado di disegnare e progettare soluzioni innovative condivise e di implementare servizi personalizzati per rispondere a specifici bisogni.

Sviluppa quindi competenze di co-progettazione, design dei servizi e open innovation e conoscenze per la comprensione del ruolo degli Enti del Terzo Settore all’interno dei nuovi modelli di welfare, nonché per la valutazione dell’impatto sociale generato da un’organizzazione attraverso i propri progetti e attività.

Durata e obbligo di frequenza

Marzo-Maggio 2020

Il corso è articolato in 3 moduli formativi, per un totale di 49 ore di formazione.

Le lezioni saranno svolte nelle seguenti date:

26 e 27 marzo 9.00 – 17.00
22, 23 e 24 aprile 9.00  -17.00
19 e 20 maggio 9.00 – 17.00

Sede delle lezioni

Destinatari, prerequisiti e selezione

Il corso è rivolto a laureati in materie economiche e sociali, nonché diplomati con comprovata esperienza nel Terzo settore e nel mondo cooperativo e professionisti che intendono sviluppare conoscenze e competenze nell’ambito del community management.

Il corso è anche aperto al personale della pubblica amministrazione che intende aggiornarsi professionalmente.

Materiale didattico e attività di tutoraggio

Ogni discente avrà accesso riservato al materiale didattico. L’attività formativa prevede l’assistenza di un tutor d’aula, punto di riferimento per il monitoraggio delle attività e raccordo tra le esigenze dei corsisti e il corpo docente.

Corpo docente

Il corpo docente di livello nazionale è costituito da professionisti e testimonial che porteranno in aula esperienza e competenza distintiva di chi opera nel mondo del Terzo settore e dell’impresa sociale.

Alcuni docenti del corso:

Andrea Baldazzini, collabora con il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’università di Bologna dove svolge attività di ricerca sui temi della territorializzazione dei sistemi di welfare e dell’innovazione nell’ambito dell’imprenditorialità sociale.

Elena Macchioni, ricercatrice presso il Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia all’Università di Bologna.

Francesca Battistoni, socio fondatore di Social Seed, laboratorio di innovazione sociale per le imprese sociali e le pubbliche amministrazioni e dottore di ricerca in Policy Design presso lo IUAV.

Nico Cattapan, si occupa di co-progettazione e processi di partecipazione per organizzazioni e per enti pubblici, nell’ambito delle politiche territoriali, attraverso metodologia di design thinking e del design strategico.

Paolo Venturi, direttore di AICCON e The FundRaising School.

Pasquale Bonasora, componente del consiglio direttivo e referente regionale per la Puglia di Labsus – laboratorio per la sussidiarietà.

Piero D’Argento, docente di Management e valutazione dei servizi sociali nel Corso di laurea magistrale in Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali della LUMSA di Taranto.

Serena Miccolis, ricercatrice AICCON e formatrice su temi inerenti l’impatto sociale generato da organizzazioni dell’economia sociale e della cooperazione.

Comitato scientifico: 
Cinzia Gangale consorzio Meridia
Paolo Venturi – direttore Aiccon
Vito Peragine – direttore Dip. Economia e Finanza Uniba

Piano formativo

MODULO I – ore 14

WELFARE: VERSO L’INVESTIMENTO SOCIALE

  • Nuovi modelli di welfare
  • Il ruolo degli ETS nei nuovi modelli di welfare
  • La territorializzazione del welfare: cultura, attori e governance
  • Metodologie di co-progettazione in reti multi-stakeholder

MODULO II – ore 21

INNOVAZIONE SOCIALE NEI SERVIZI TERRITORIALI DI WELFARE

  • Ecosistemi innovativi: strategie e modelli organizzativi emergenti
  • Innovazione Sociale nei servizi territoriali di welfare e forme innovative di finanziamento
  • Design dei servizi e Open Innovation
  • LAB- Come costruire alleanze strategiche innovative
  • Community Management e Leadership: competenze per affrontare il cambiamento
  • Pratiche collaborative tra Cittadini, Pubblica Amministrazione ed ETS.

MODULO III – ore 14

LA VALUTAZIONE DI IMPATTO SOCIALE

  • Che cos’è e come si genera l’impatto sociale: definizione di impatto sociale e rilevanza del concetto; identificare l’obiettivo perseguito; la mappa degli stakeholder e la definizione dell’impact challenge; la catena del valore dell’impatto: dagli output agli outcome
  • Come si misura l’impatto sociale: metriche e indicatori per la misurazione.
Clicca qui per maggiori informazioni